Avete rotto le palle voi e il panicovirus

In questi giorni, come avrete notato, ho scritto un po' meno per certe faccende mie, scoprendo l'importanza di non farsi contagiare da certe bolle mediatiche.
Non che io abbia vissuto fuori dal mondo, non ero in Papuasia. Ma un conto è stare iperconnessi, altro conto è ricevere ogni tanto feed dal cellulare in push notification su questa o quella notizia.
Stare in questa modalità consente di riflettere - è quel maggese di cui vi parlavo - e di ricaricarsi.
Così sono tornato e ho visto un'opinione pubblica che ha completamente divorziato dalla realtà, cosa che puntualmente accade quando si disimparano - o non si imparano - le basi della logica.
Ieri sera quando ho scritto che questa è un'influenza che finora ha fatto meno vittime delle altre, mi aspettavo che qualcuno contrastasse il dato, portando argomentazioni, numeri.
Quello che ho, invece, letto è uno sconcertante campionario di motivazioni pretestuose, tutte sistematicamente sganciate dalla logica, di dati che contraddicono quelli ufficiali e di repliche astiosissime, ivi compreso un imbecille - che ho subito mandato al diavolo - il quale mi fa "Se dici ancora che questa è un'influenza come tutte le altre, mi fai dubitare della tua intelligenza" al quale mi sembrava brutto ricordargli che questa pagina ha quasi 40.000 follower che di dubbi sulla mia intelligenza non ne hanno - anche perchè non sono approdati qui in quanto innamorati del mio avatar a forma di caneuccello -.e che se tra questi c'è qualcuno che ne ha, Facebook dà loro il diritto di accomodarsi alla porta, ma non quello di mettermi il bavaglio.
Così ho cercato di capire, recuperando i miei riflessi abitudinari, quale fosse il problema.
E il problema è quello di sempre. Ho pestato i piedi a qualcuno a cui il padroncino ha detto che il coronavirus è arrivato in Italia per colpa degli immigrati - come se non ci fossero malattie ben più pericolose che possono arrivare dall'Africa - e che credeva che per il semplice fatto di essere un blog sovranista, questo significasse a priori essere leghisti. Cosa che NON E' mai stato.
Il fatto di odiare - sì, odiare cari pidioti - la sinistra italiana, non fa di me in automatico un leghista, un melonista, un casapaundiano o un forzanovista.
Se questa è la motivazione per cui seguite questa pagina, vi prego, cortesemente, educatamente, di andare fuori dalle palle. E se qualcuno si risentisse di questo invito, iniziando a triturarmi gli zebedei sul fatto che io "mi sia montato la testa", che io abbia un brutto carattere e sia maleducato, è pregato di andarsene senza infastidirmi.
Perchè voi non siete obbligati a leggermi ma, al tempo stesso, io non sono obbligato a leggere voi.
Riassumo lo schemino.
Critico la Lega -> Follower leghista che non è d'accordo ma argomenta civilmente = è il benvenuto.
Critico il PD -> Follower del PD che non è d'accordo ma argomenta civilmente = è il benvenuto.
Critico la Lega -> Follower leghista che non è d'accordo e urla al tradimento = bannato.
Critico La Lega -> Follower del PD che mi dice bravo credendo di avermi dalla sua parte = bannato.
Utente avvisato, mezzo sbannato.
Veniamo al punto.
I numeri e come leggerli.
Attribuiti al coronavirus, finora si contano, in Italia, un centinaio di morti. Tanti? Pochi? Opinioni.
Ma il dato è che siamo ampiamente sotto la media annuale che conta CENTINAIA di morti diretti - cioè causati dall'influenza stessa - e MIGLIAIA di morti indiretti, cioè causati da complicazioni da virus influenzale, cioè tutte quelle persone che già hanno delle patologie pregresse, a cui l'influenza dà il colpo di grazia.
I numeri sono questi, sono presi pari pari dall'ISTAT, quindi è inutile che veniate qui a citarmi questa o quella statistica.
L'autore di questo blog prima anche solo di osare scrivere la minima informazione che possa indurre a comportamenti impropri - di cui oltretutto potrei persino rispondere penalmente - ha l'abitudine di controllare ciò che scrive.
Sia per una questione di etica mia personale che consiste nel rispetto del lettore, sia per scongiurare orde barbariche di imbecilli che non vedono l'ora di abusare della mia ospitalità per farmi vedere quanto sono stati più bravi di me. La variante colta della gara a chi ha il pisello più lungo.
Quando ieri ho proposto questo dato, le obiezioni sono state le più stupide. Intanto mi si cita il numero di morti in relazione ai contagiati. Dimenticando che trattandosi di un'influenza che nelle persone sane si risolve dopo 2-3 giorni con sintomi abbastanza leggeri, PER FORZA DI COSE la mortalità è relativamente alta rispetto ai CONTAGIATI UFFICIALI, che di solito scoprono di esserlo dove? In ospedale, mi sembra ovvio.
Io stesso, la settimana scorsa, mi sono beccato un'influenza abbastanza pesante, con qualche scocciatura nella respirazione. Non avendo fatto alcun tampone, non so se la mia sia stata una semplice influenza di stagione oppure se mi sia beccato anche io il coronavirus.
E mi sembra ovvio. Quando voi ogni anno vi beccate l'influenza, cosa fate? Andate in ospedale a farvi i tamponi per vedere se siete stati contagiati? Risposta. NO. Ve ne state tanto bellini a casa, con gli zebedei roteanti, a prendervi tachipirina, brodino caldo, aspirina, aspettando che l'influenza passi, tuttavia consapevoli che, se siete sani, se siete ancora relativamente giovani, il tutto si risolverà in 2-3 giorni, senza problemi.
ERGO valutare questa influenza come mortale in base al numero di quelli UFFICIALMENTE CONTAGIATI, è una colossale idiozia.
Perchè chi è stato ufficialmente contagiato lo sa soltanto se ha avuto delle complicazioni e dunque ha fatto il tampone che ne ha confermato la positività.
Ma se si prendono i dati e si confrontano i morti in relazione ai ricoverati per complicazioni, emerge che al contrario QUESTO E' UNO DEI VIRUS CHE DI MORTI NE HA FATTI DI MENO, IN ITALIA.
Se ne ha fatti tanti in Cina, me ne stracatafotto. La Cina è un posto dove le condizioni igieniche sono incompatibili con qualsiasi posto decente sulla faccia della terra.
L'altra scemenza è che questo è un virus pericoloso perchè i ricoverati in ospedale sono tanti rispetto a quelli che si sono beccati l'influenza.
Domanda: come cazzarola fate a stabilire la percentuale dei contagiati ad aver bisogno del ricovero rispetto agli influenzati totali se il tampone per forza di cose lo fanno soltanto quelli che sono ricoverati, che sono una percentuale infinitesimale rispetto a quelli infuenzati?
Voglio dati ufficiali, voglio le foto delle terapie intensive saturate di tutta Italia, non solo quelli dei luoghi critici.
I dati ufficiali FINORA vi smentiscono, PUNTO E BASTA.
Ma chiarire questo non spiega perchè io stia, nel mio piccolo e conscio del fatto che nell'universo mediatico io sono poco più che un peso piuma, cercando di ridimensionare l'ondata del panico.
Così ammettiamo anche che il numero dei morti salirà, cosa che non essendo io il mago Gennaro D'Auria e dunque non vantando arti divinatorie, non ho certo la pretesa di escludere. E ammettiamo che alla fine i morti saranno circa 4000 o 5000, anzi 10.000 e che dunque questo sia un valido motivo per paralizzare un paese, cancellare voli aerei, bloccare tutte le partite di calcio, sospendere le messe, chiudere qui e chiudere là. Tutti dati aleatori a fronte invece dei DANNI CONCRETI che la crisi inevitabilmente GIA' STA PRODUCENDO sull'economia italiana.
Ieri mi scriveva una mia carissima amica, pezzo grosso di Zara, che in previsione della festa della Donna preventivavano, solo per il comparto donna, di fare determinati incassi che invece, per ogni comparto, si sono praticamente quadrimezzati.
E stiamo parlando di un colosso che probabilmente riuscirà a cavarsela ma che sta accusando, come è ovvio che sia, delle sofferenze.
Immaginatevi un povero idiota come il sottoscritto, lavoratore autonomo, che vende un prodotto non essenziale come software per aziende, i rischi che corre per colpa di questi esseri immondi che, per salvare il sedere alle banche, sicuramente verrà chiamato a "fare sacrifici".
Ci sono già passato nel 2008, so di cosa parlo. Quindi non me la date a bere perchè GIA SO come andrà a finire.
Crisi finanziaria e alla fine arriverà il Monti di turno a togliere ulteriori diritti e soldi. Ovviamente non a quelli che li hanno davvero e che sono troppo potenti.
La piccola e media impresa uscirà da questa ondata di panico letteralmente a pezzi e già si annunciano riduzioni del personale a destra e a manca, le banche già stanno richiedendo a molte aziende di rientrare, molti già sono stati buttati in mezzo ad una strada.
Risultato? Le borse sono letteralmente a picco e quindi, a breve, aspettatevi un'altra crisi come quella del 2008.
Il delitto c'è, il mandante pure, il movente anche.
Il delitto è la crisi finanziaria, il mandante sono gli USA che aspettavano solo un pretesto per disinvestire sui debiti europei nati nella seconda metà del Novecento quando c'era da finanziare a babbo morto le economie europee per evitare che queste si facessero sedurre dal sistema sovietico e dunque il movente è chiaro. Presentare il conto di un Novecento nel quale "i liberatori" hanno finanziato l'Europa col piano Marshall e non perchè fossero dei benefattori ma semplicemente per evitare che l'Europa si facesse sedurre dal sistema sovietico.
Ora che il sistema sovietico non c'è più, E' ARRIVATO IL CONTO ALL'EUROPA.
Nota a margine. I morti dovuti alle conseguenze della crisi del 2008 (tra suicidi, omicidi derivanti dalle inevitabili crisi coniugali causate da perdita del lavoro, malattie collaterali etc.) si stimano attorno ai MILIONI.
Il che introduce la domanda.
NE E' VALSA LA PENA SCATENARE IL PANICO?
Ah poi c'è anche da analizzare ciò che nel frattempo, mentre voi poveri idioti - perchè solo questo siete - vi facevate distrarre dal coronavirus, l'attuale classe politica ha compiuto alle nostre spalle.
Tre cosucce interessanti.
Il primo è il decreto legge sulle intercettazioni.
Di questo decreto ho già parlato ma ve lo riassumo in alcuni punti.
A) Il magistrato potrà intercettarvi senza limitazioni di spazio e tempo e senza neanche farvelo sapere, in barba ad ogni principio costituzionale. Gli basterà aprire un fascicolo contro ignoti.
B) Vi potranno, adducendo qualsiasi scusa - e tranquilli che ne troveranno - infilare file infetti nel vostro pc, profittando anche della facile reperibilità della vostra persona, dal momento che voi, che siete idioti, avete regalato tutti i fattacci vostri della vostra inutile vita privata ad un'azienda statunitense, al fine di accusarvi di qualsiasi cosa. Siete persone che hanno uno spirito critico indipendente? Occupate qualche posto nella pubblica amministrazione ma siete, anche a vostra insaputa, scomodi? Un bel file pedopornografico infilato nel vostro pc e per la vostra cerchia di colleghi, amici e familiari sarete pedofili che passano il tempo a farsi le seghe sui bambini, perderete il lavoro, la famiglia, la casa e la vostra vita verrà distrutta, anche grazie alla stampa che...(leggasi il punto c)
C)...avrà la possibilità di divulgare ANCHE i contenuti non penalmente rilevanti delle intercettazioni. Tradotto, se mentre vi intercettano per cose penalmente di pochissimo conto, scoprono che avete un'amante con la quale vi scrivete, magari la cosa penalmente rilevante non vi provocherà conseguenze - anche perchè magari vostra moglie è complice - mentre l'amante invece l'arrabbiatura di vostra moglie la provoca eccome.
La seconda cosuccia si chiama decreto legge contro la omotransfobia, insomma la Gaystapo cala la maschera e ci spiega con dovizia di particolari l'urgenza di "lottare contro l'odio nei confronti di gay e trans".
Il che, se si traducesse nella repressione di fatti concreti, avrebbe anche senso, a parte la difficoltà di stabilire se uno venga aggredito perchè ha fatto l'idiota o perchè gay.
Come lo stabilite? Boh..
Nel frattempo a Potenza si è scoperto che la ragazza che aveva denunciato l'aggressione lesbo, si era inventata tutto. Tanto per capire. E nel paese dove ogni giorno si viene insultati per i motivi più sciocchi, una semplice battuta omofobica può portarvi, UDITE UDITE, LE MANETTE. Con tutto ciò che ne consegue, dalla perdita della patria potestà, dalle batoste sul piano economico e via discorrendo.
Inutile dire che in questo mese verrà approvato il MES, ossia il fondo salvastati europeo, che recide gli ultimi scampoli di sovranità dell'Italia, trasformando l'Unione Europea (cioè gli Stati Uniti, che hanno fretta di riprendersi i soldi dati dal 1945 alle economie europee) in uno stato di polizia finanziario e che voi siate stati distratti dal coronavirus proprio per evitare che se ne parlasse. Come è inutile dire che non si aspettava altro che questa emergenza da panicovirus per trasformare definitivamente l'Italia e tutti i paesi che ci sono cascati in un Grande Fratello dove i magistrati avranno diritto di vita o di morte su OGNI CITTADINO e su OGNI POLITICO, dove la politica italiana cadrà definitivamente nell'irrilevanza e dove uno sfottò sui gay costituirà il pretesto per mandarvi in galera.
In sostanza, il Grande Fratello è arrivato e adesso non vi resta che ballare al ritmo dei Village People e urlare al mondo quanto è bello prenderlo nel deretano. In senso letterale e metaforico.
BAI EM SI EIIII, POPOPOPOPOPOPO
BAI EM SI EIIII.
IL PROBLEMA NON C'E', SE IL VIRUS NON HAI
DAI PIGLIALO IN CU*O CON NOOOI.
Ballate pure se volete.
Ma fatelo senza di me.
E soprattutto, fatelo lontani da qui.

Comments

Blog entry information

Author
Franco Marino
Views
827
Comments
1
Last update

More entries in Politica

More entries from Franco Marino

Top